Gruppo Corale FMIR

Carrara - 2009

.... talvolta, basta una scintilla ....

Nel Marzo 2009 ci fu proposto di eseguire alcuni canti, tratti dalla tradizione alpina, all'interno di una serata, organizzata dal Centro di Riabilitazione di Marina di Massa della Fondazione Don Carlo Gnocchi onlus, per sottolineare l'esperienza come cappellano militare del fondatore, prima sul fronte di guerra greco-albanese, poi nella campagna di Russia. La finalità e l'occasione erano intriganti; decidemmo di impegnarci a fondo, mettendo in gioco esperienze e capacità personali. Partenza da zero, senza un nome, senza una divisa e, men che meno, una sede: l'accordo era che, alla fine della serata, prevista per Settembre, terminava anche la nostra avventura.

Invece, è andata diversamente. Abbiamo deciso di continuare, spinti dal divertimento che tuttora ci coinvolge e che aspiriamo a trasmettere a chi ci incontra. Nell'Agosto 2010, un poco incoscienti, un poco intimiditi, abbiamo affrontato le prime uscite; riascoltando quelle registrazioni, possiamo solo sorridere, con qualche imbarazzo, per certa nostra "sfrontatezza".

I mesi seguenti ci hanno visti impegnati ad ampliare il repertorio e a rendere più consapevole la prassi esecutiva, mentre nuovi amici si sono aggregati al nostro cammino, e altri ne continuano ad arrivare. In cinque anni di attività, abbiamo avuto modo di proporci in pubblico in quasi quaranta occasioni, talora insieme ad altri cori, rapportando così direttamente la nostra capacità di comunicazione con quella di gruppi analoghi. Nel Luglio 2012, all'insegna del canto corale e della solidarietà, per la prima volta abbiamo dato vita a un evento: l'esito della serata è stato lusinghiero, e ha pienamente ripagato l'impegno organizzativo.

A chi ci ascolta, la valutazione sui nostri presunti progressi; a noi, la gioia di rilanciare armonie vecchie e nuove, che comunque vengono dal passato e raccontano storie semplici dell'uomo.


Inizialmente, tante le cose che ci mancavano, da qualche parte bisognava pure cominciare.

Intanto, il nome. Siamo un gruppo di persone che cantano assieme: allora siamo un Gruppo Corale. Questo ci piace: proclamare che siamo (già) un coro ci pare una millanteria. Però, di cori stella alpina, stelutis, edelweiss, genzianella, ... ce n'è bizzeffe. Ci vuole un'idea nuova, diremo un colpo d'ala. Ci piace sottolineare da dove veniamo: le amate Apuane, le "nostre" cave, la civiltà creata da chi ci ha preceduto, qui, a Carrara. Allora, abbiamo anche il nome, carpito direttamente dal motto che campeggia nello stemma cittadino: FORTITUDO MEA IN ROTA.


Lo pronunciamo scandendo le lettere che compongono l'acronimo: "gruppo corale effe emme i erre"; oppure, aggiungendo una vocale, come un nome proprio: "gruppo corale fomir".

La scelta sul nome è ribadita anche nel logo: su campo azzurro spicca il giallo della ruota, peraltro interpretata in maniera originale. Completano: le scritte con nome, città di provenienza e anno di fondazione, e un diapason, a rappresentare la natura dell'ensemble.

Sono disponibili: il logo, in formato più dettagliato, e una riproduzione del distintivo utilizzato con la divisa sociale.

Torna su

Contatti

L'ultimo aggiornamento di questa pagina è avvenuto mercoledì 25 marzo 2015. Totale accessi: 3028